Archivi tag: digitale

Europeana, biblioteca digitale per pensare la cultura

image

Europeana, nata nel 2008, ha recentemente annunciato importanti migliorie. Il progetto ASSETS (Advanced Service Search and Enhancing Technological Solutions for the European Digital Library) prevede di creare un gruppo di valore aggiunto nei servizi di ricerca e di navigazione, per migliorare l’accessibilità e l’usabilità dei contenuti. La società italiana di ingegneria è leader del progetto che durerà due anni con un budget complessivo di 5,3 milioni di euro.

Europeana consente di scoprire ed esplorare le risorse digitali di musei, biblioteche, archivi e collezioni audiovisive di diversi Paesi europei. Promuove opportunità di scoperta e di networking all’interno di uno spazio multilingue in cui gli utenti hanno la possibilità di consultare e condividere i contenuti e di trarre ispirazione dalla ricchezza e diversità del patrimonio culturale e scientifico europeo.

Si possono trarre idee ed ispirazione da oltre 15 milioni di oggetti digitali, fra cui:

Immagini – dipinti, disegni, carte geografiche, fotografie e immagini di oggetti museali.
Testi – libri, giornali, lettere, diari e documenti d’archivio.
Audio – musica e parlato da supporti fonografici, nastri, dischi e trasmissioni radiofoniche.
Video – film, notiziari e trasmissioni televisive.

Alcuni contenuti e alcune tematiche sono di fama mondiale, come l’opera di Isaac Newton sulle Leggi del moto, i disegni di Leonardo da Vinci, il dipinto di Jan Vermeer Ragazza con l’orecchino di perla o gli oggetti che testimoniano la caduta del Muro di Berlino. Altri tesori sono nascosti e aspettano di essere scoperti.

image

A Europeana hanno contribuito circa 1500 istituzioni. Istituzioni prestigiose come la British Library di Londra, il Rijksmuseum di Amsterdam e il Louvre di Parigi sono affiancate da organizzazioni più piccole di tutta l’Europa. Insieme, le loro collezioni consentono di esplorare la storia europea dall’antichità ai nostri giorni.

Che si tratti di un’opera celebre o di un oggetto meno noto, Europeana collega sempre l’utente alla fonte originale dell’informazione, garantendone in tal modo l’autenticità.

Naturalmente viene subito in mente il confronto con progetti più famosi, Europeana risponde alle nostre curiosità nelle sue FAQ (Domande Frequenti):

Qual è il rapporto tra Europeana e le iniziative come Google Book Search?

Europeana è un progetto culturale e non persegue scopi commerciali. Inoltre, Europeana ha compiti più ampi rispetto a un servizio come Google Book Search. Europeana consente l’accesso a tipi diversi di contenuti provenienti da varie istituzioni culturali. Di conseguenza, ha la possibilità di presentare le opere di un pittore insieme, ad esempio, ai documenti d’archivio pertinenti e ai libri sulla vita dell’artista.

Qual è il rapporto tra Europeana e la World Digital Library?

Europeana e la World Digital Library sono progetti diversi. Europeana è finanziata dall’Unione Europea e si focalizza sul patrimonio culturale delle istituzioni europee. La World Digital Library mette in evidenza contenuti provenienti da tutto il mondo ed è un progetto gestito dalla Library of Congress degli Stati Uniti, dall’UNESCO e da altri partner.

Adesso vi lasciamo al video di presentazione.


Generazione nativi digitali

La generazione nata negli anni ’90 è cresciuta in un ambiente pienamente digitale: internet, videogiochi, smartphone, social network sono per I nativi digitali pane quotidiano, parte integrante della loro vita.
Chi sono I figli della Rete, e quanto sono diversi dai loro padri?
Quali sono le implicazioni a livello sociologico, psicologico e cognitivo del crescere ed apprendere in un ambiente digitale?

Ecco il filmato di un’interessante e ben curata trasmissione di Current TV in cui si analizza come i figli del digitale e della rete siano diversi dalle generazione dei loro padri, per modalità di comunicazione e apprendimento, e le ricadute di questo processo evolutivo sul piano della didattica e della formazione.


Intervengono in questa puntata:
Dr. Gary Small (Neuroscienziato, UCLA)
Howard Rheingold (Insegnante e saggista, Stanford University)
Giovanni Boccia Artieri (Prof. Nuovi Media, Università di Urbino “Carlo Bo”)
Paolo Ferri (Prof. Tecnologie dell’Insegnamento, Università di Milano “Bicocca”)
Antonio Fini (Insegnante, collaboratore del Laboratorio di Tecnologie dell’Educazione, Università di Firenze)

Mediateca Digitale Italiana, sezione matematica

logo

Nel settembre del 2008 avevamo già parlato di Medita, siamo ritornati a visitarlo e l’offerta di audiovisivi è aumentata da 2.500 a quasi 4.000 !

La Mediateca Digitale Italiana è rivolta a tutti gli studenti e docenti delle scuole italiane di ogni ordine e grado, che potranno usufruire dei materiali messi liberamente a disposizione per una didattica di tipo interattivo e laboratoriale. E’ possibile accedervi registrandosi mediante un apposito form di registrazione e si può usufruire di quasi 4000 materiali audiovisivi. E’ inoltre possibile effettuare la ricerca dei materiali per ordine scolastico, per materia e per parola chiave.

In merito alla sezione dedicata alla Matematica, è possibile effettuare la ricerca scegliendo le seguenti voci:

Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali —-> Matematica e geometria

Le categorie di video disponibili riguardano:

  • aritmetica e teoria dei numeri;
  • algebra;
  • geometria e trigonometria;
  • topologia;
  • analisi e calcolo;
  • teoria del caos e della complessità, frattali;
  • combinatoria e probabilità;
  • storia della matematica;
  • didattica della matematica.