Gita ad Ankober

ATTENZIONE! Questo articolo è stato pubblicato il 9 Maggio 2004 e alcuni riferimenti potrebbero non funzionare.

 

Carissimi amici tutti, mancano poche settimane al nostro rientro definitivo in Italia e prima di lasciare questi luoghi ci viene voglia di vedere e rivedere quello che fra poco diventerà un ricordo.

ankober

Alcuni giorni fa ci siamo avventurati fino ad oltre 170 km da casa in direzione nord est. (penserete: solo 170 km? ebbene significa quasi quattro ore di auto) Dopo 130 km di asfalto accettabile abbiamo deviato sulla pista polverosa che porta ad Ankober, sito della antica capitale dell’impero etiopico fino alla fondazione di Addis Abeba (circa nel 1887). Ankober, che ora è solo un piccolo villaggio, si affaccia sul margine dell’altopiano e in lontananza di intravedono le basse terre verdi di banani e punteggiate di tukul dal tetto di paglia.
Qui il sabato si raduna un animato mercato dove vengono scambiate le merci che provengono dalle torride terre mille metri più sotto con quelle dell’altopiano.

Le carovane di cammelli risalgono sentieri ripidissimi carichi di sale e di frutta.

Il fascino è dato da questa netta divisione tra la gente di “sopra” e quella di “sotto” che convergono qui oggi così come hanno fatto da secoli.

Vi alleghiamo alcune foto cliccate qui

Un abbraccio ad ognuno, Luvi e Daniele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.